Essere comunità per diventare territorio

P103028629 aprile – Cooperazione e Turismo: al capezzale di una bella addormentata

Possiamo guardare alla nostra terra come se fosse terra di altri?

Possiamo guardare alla nostra vita come se fosse la vita degli altri?

Intanto è nostro questo tempo che sta passando…

In che modo la cultura della Cooperazione può supportare lo sviluppo turistico di un territorio?
Questo il tema che abbiamo dibattuto il 29 aprile scorso.

A ben vedere fare Cooperazione è semplicemente questo:
ritrovare il gusto di riprendere in mano da protagonisti, il nostro destino e il nostro territorio.

La Cooperazione ha le sue radici storiche proprio nei nostri luoghi, sono radici ancora vitali ed è opportuno recuperarle.

In un passato neanche tanto lontano, le Società Operaie, le Latterie, le Cooperative di Consumo, hanno rappresentato un tratto caratteristico e un fondamentale supporto all’economia dei nostri paesi.

Era forse economia di sussistenza, a volte semplice baratto, ma era pur sempre Presidio dei Territori: era molto!

La Cooperazione è innanzitutto cultura e forma di economia alternativa, non va però contro le logiche del mercato. E’,  piuttosto, uno strumento di equilibrio e sostegno, specie nei piccoli borghi e nelle aree isolate: sono argomenti che potremo approfondire in altre occasioni.

In questa fase propositiva è necessario semplicemente rilevare che il sistema delle “Cooperative Paese” appare l’unico in grado di generare, con profitto, quel tanto di attivazione economica che è FONDAMENTALE per creare una offerta turistica sostenibile, qualitativa e remunerativa.

Senza questo supporto il turismo rimane in piedi, salvo
lodevoli eccezioni, solo in virtù di continue iniezioni di contributi pubblici: è il mio pensiero.

Il nostro territorio è una bella addormentata, per vincere la partita del turismo dobbiamo prima creare una offerta turistica e la Cooperazione, azionariato diffuso, è un potente alleato.

Dobbiamo ritrovare il senso di essere comunità vive, che intraprendono e che producono lavoro, cultura, specialità e recupero ambientale.

È la COMUNITÀ che diventa TERRITORIO, è l’IDENTITÀ!

La nostra Associazione vuole proporsi quale punto di aggregazione e attivazione per progetti e persone.

Vogliamo provare?

Ciao, Danilo

12.984 risposte a “Essere comunità per diventare territorio


    Fatal error: Allowed memory size of 134217728 bytes exhausted (tried to allocate 10907648 bytes) in /web/htdocs/www.associazioneastrantia.org/home/wp-includes/comment-template.php on line 2101